PROGETTI

Progetti RTD ai quali SATA sta partecipando attivamente.

EURINV19

dal 2020 al 2021

EURINV19 è un progetto cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma CEF Telecom eInvoicing. Il progetto è coordinato dalla Università di Valencia (Spagna) e vede la partecipazione di SATA e di altri 13 partner rispettivamente da Francia, Irlanda, Olanda, Slovacchia, Spagna, Svezia e Gran Bretagna. Cinque partner sono EDI provider che con il progetto EURINV-19 si impegnano ad adattare la propria soluzione di eInvoicing alla normativa Europea (e quindi ai formati dello standard EN) introdotta dalla Direttiva 2014/55/EU, altri quattro provider tecnologici sono coinvolti dai rispettivi utenti finali per consentire a questi di adattare i propri sistemi di eInvoicing alla fatturazione elettronica Europea già obbligatoria per le Pubbliche Amministrazioni. In particolare SATA supporta TATRA BILLING (Slovacchia) nel creare la propria soluzione di fatturazione elettronica, capace di trattate i formati standard EU e di scambiare i file sulla rete CEF, sulla base della piattaforma HUB MultiDOC, realizzando quindi un interessante esempio di collaborazione transfrontaliera. Un test di conformità alla normativa e di interoperabilità cross-border servirà a dimostrare il successo del lavoro svolto.

Avvertenza: I contenuti di questa pubblicazione sono sotto la piena responsabilità di SATA e non riflettono necessariamente il punto di vista della Unione Europea.

Clicca qui per informazioni sullo stato d’avanzamento

Il progetto EURINV19 a cui SATA partecipa sta procedendo speditamente. Fra le attività previste per la messa a punto del sistema di fatturazione elettronica SATA ha concluso, in stretta collaborazione con Tatra Billing (Slovacchia), la fase di analisi e di progettazione.

Più precisamente, sono state completate le seguenti attività:

  • Rappresentazione dettagliata delle specifiche tecniche per adattare la soluzione eInvoicing di SATA al contesto e al mercato Slovacco.
  • Analisi del sistema ERP di Tatra Billing con particolare attenzione per i suoi formati di importazione ed esportazione delle fatture.
  • Definizione di un meccanismo di integrazione asincrono fra la nuova soluzione di eInvoicing e il sistema ERP di Tatra Billing.

Nel frattempo il coordinator del progetto, Università di Valencia, e il referente tecnico, LMT, hanno fornito le conoscenze in loro possesso su precedenti progetti co-finanziati come questo da INEA, la “Innovation and Networks Executive Agency” che opera per conto della Commissione Europea attraverso il programma CEF Telecom.

Con la conclusione della fase di analisi SATA è ora nelle piene condizioni di iniziare la messa a punto della progettata soluzione di eInvoicing per Tatra Billing e per il mercato Slovacco. Naturalmente, tale soluzione è conforme alle sitassi dello standard EN, UBL e CII, come previsto dalla Direttiva Europea 2014/55, ed è erogata in cloud.

Tale soluzione di eInvoicing sarà pubblicata intorno alla fine di quest’anno dopo aver superato un’intensa fase di collaudo che ne garantisca il corretto funzionamento, e poi sarà soggetta a una procedura di verifica di conformità guidata dalla già citata INEA, con l’obiettivo ultimo di certificare la piena rispondenza ai requisiti della Direttiva.

Avvertenza: I contenuti di questa pubblicazione sono sotto la piena responsabilità di SATA e non riflettono necessariamente il punto di vista della Unione Europea.

EURINV

dal 2019 al 2020

EURINV è un progetto cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma CEF Telecom eInvoicing. Il progetto è coordinato dalla Università Politecnica di Valencia (Spagna) e vede la partecipazione di SATA e di altri 11 partner rispettivamente da Belgio, Germania, Finlandia, Francia, Irlanda, Olanda, Slovacchia e Spagna. La maggior parte dei partner offre già un servizio di fatturazione elettronica nel proprio Paese, con il progetto EURINV si impegna ad adattarlo alla normativa Europea (e quindi ai formati dello standard EN) introdotta dalla Direttiva 2014/55/EU che rende tale fatturazione obbligatoria verso tutte le Pubbliche Amministrazioni del continente. Per quanto riguarda SATA, oltre ad adattare il suo servizio FullInvoice basato sulla piattaforma HUB MultiDOC, si impegna ad estenderlo e a sperimentarlo (in collaborazione con l’Università Economica di Bratislava) nel contesto delle specifiche esigenze e delle regole vigenti in Slovacchia. Un test di conformità alla normativa e di interoperabilità cross-border servirà a dimostrare il successo del lavoro svolto.

Avvertenza: I contenuti di questa pubblicazione sono sotto la piena responsabilità di SATA e non riflettono necessariamente il punto di vista della Unione Europea.

EUROLogin

dal 2019 al 2020

EUROLogin è un progetto cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma CEF Telecom eIdentification. Il progetto è coordinato dalla Università Politecnica di Valencia (Spagna) e vede la partecipazione di SATA e di altri quattro partner rispettivamente da Cipro, Gran Bretagna, Irlanda e Spagna. Ogni partner offre già un servizio cloud nel proprio Paese, e con il progetto EUROLogin s’impegna a renderlo accessibile a scala Europea tramite la rete eIDAS (electronic IDentification Authentication and Signature). Il servizio cloud che SATA pubblicherà è quello di conversione automatica di documenti di business, in particolare fatture, dal formato PDF d’origine ai formati standard Europei. Per questo progetto SATA ha ottenuto il supporto dell’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) in quanto responsabile del nodo eIDAS Italiano. Al termine è previsto che ciascun partner superi un test di conformità che consiste in accessi al servizio da parte di utenti da altri paesi Europei.

Avvertenza: I contenuti di questa pubblicazione sono sotto la piena responsabilità di SATA e non riflettono necessariamente il punto di vista della Unione Europea.

Progetti RTD ai quali SATA ha partecipato negli ultimi 10 anni.

AS4EU

dal 2018 al 2019

AS4EU è stato un progetto cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma CEF Telecom eDelivery. Il progetto, coordinato dalla Università Politecnica di Valencia (Spagna), ha visto la partecipazione di altri cinque partner da Italia (appunto SATA), Belgio, Irlanda, Regno Unito e Spagna nel ruolo di fornitori di servizi online. Obiettivo del progetto era mettere i partner nelle condizioni di far evolvere i rispettivi servizi dotandosi di Access Point, e di registri locali SMP della rete CEF, basati sulle nuove specifiche AS4 in luogo di quelle AS2 attualmente utilizzate. Al termine del progetto ciascun partner ha superato un rigoroso test di connettività e conformità con lo standard AS4, qualificandosi così come nodo operativo della rete CEF.

RIGERS

 dal 2014 al 2018

RIGERS è stato un progetto cofinanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) nell’ambito del bando nazionale Smart Cities. Si è occupato della rigenerazione degli edifici, con particolare riferimento agli aspetti energetici, e a tale scopo ha definito una specifica metodologia diagnostica e di intervento. Il progetto è stato coordinato da ICIE (Bologna) e ha affidato a SATA la realizzazione di una piattaforma interoperabile capace di raccogliere, normalizzare e rendere disponibili i dati relativi agli edifici sottoposi a indagine.

XDOCS

dal 2016 al 2017

XDOCS è stato un progetto cofinanziato dalla Regione Emilia-Romagna nell’ambito del programma POR FESR 2014-2020. Si inserisce nel tema, molto attuale e complesso, della dematerializzazione dei documenti, a partire da quelli storici, proponendo lo sviluppo di un approccio innovativo all’estrazione quasi automatica dei loro contenuti, anche se manoscritti, a scopo di indicizzazione. Il progetto si è svolto con il supporto scientifico del laboratorio Softech-ICT dell’Università di Modena e Reggio Emilia.

CO-EFFICIENT

 dal 2013 al 2015

CO-EFFICIENT è stato un progetto cofinanziato nell’ambito del programma Europeo INTERREG Med. Ha trattato la realizzazione di un Living lab trans-nazionale di eService capaci di promuovere l’efficienza energetica attraverso l’ottimizzazione dei trasporti, la dematerializzazione dei documenti di business e la valutazione dell’impatto logistico della pianificazione in reti di imprese. Coordinato dall’Università di Maribor (Slovenia), ha visto la partecipazione di Fondazione ITL (Bologna) e della CNA (Modena) come altri partner italiani.

ESSENCE

dal 2012 al 2014

ESSENCE è stato un progetto cofinanziato nell’ambito del programma Europeo INTERREG Central Europe. Ha sviluppato e sperimentato una piattaforma per supportare i processi collaborativi che coinvolgono piccole e medie imprese e, in particolare, per valutare l’impatto dei costi e dei tempi di trasporto sia nella pianificazione distribuita che nella reazione agli imprevisti. Coordinato da ILIM (Polonia), ha visto la partecipazione di Fondazione ITL (Bologna) e della Provincia di Bologna come altri partner italiani.

RFID-ROI-SME

dal 2010 al 2012

RFIS-ROI-SME è stato un progetto cofinanziato nell’ambito del programma Europeo CIP-ICT-PSP. Ha promosso l’impiego della tecnologia RFID presso le piccole-medie imprese tramite lo sviluppo di otto casi pilota relativi a settori e a paesi diversi. Coordinato da PIN-SME (Bruxelles) ha affidato a SATA il compito di fornire la soluzione tecnologica a due dei casi pilota: (i) sorveglianza degli accessi ai cantieri, con Bridge129 (Reggio Emilia); (ii) ottimizzazione dei processi di gestione documentale, con CNA (Milano e Modena).

eBEST

dal 2010 al 2012

eBEST è stato un progetto cofinanziato nell’ambito del programma Europeo CAPACITIES-SME del 7° Programma Quadro. Ha realizzato una piattaforma di applicazioni web per le piccole e medie imprese di servizio e sub-fornitura, e per le loro reti, con lo scopo di facilitare la collaborazione e aumentare la capacità di reagire velocemente e di ottimizzare l’impiego delle rispettive risorse. Coordinato dalla CNA (Modena) ha affidato a SATA la progettazione e lo sviluppo prototipale della piattaforma software risultante.

KASSETTS

dal 2008 al 2012

KASSETTS è stato un progetto cofinanziato nell’ambito del programma Europeo INTERREG Central Europe. Ha realizzato e sperimentato un’infrastruttura ICT per la collaborazione, l’aggregazione della domanda e l’ottimizzazione dei trasporti regionali e trans-nazionali gestiti da una rete di broker a scala Europea. Coordinato dalla Fondazione ITL (Bologna) ha affidato a SATA, assieme al Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Modena e Reggio Emilia, la progettazione e lo sviluppo della piattaforma software.