Il B2B è a portata di mano con la tecnologia e i servizi SATA

By 30/09/2015Servizi

SATA propone già dal 2014 la dematerializzazione completa del ciclo attivo, compresa l’interazione con SdI per le fatture indirizzata alla PA, per cui è intermediario accreditato da più di due anni.

A questo scopo SATA sfrutta la propria piattaforma di interpretazione semantica dei PDF, per estrarre tutti i contenuti desiderati dai documenti di business (ordini, DDT, fatture), dalla pura indicizzazione per la conservazione, ai riferimenti ai documenti pregressi per la riconciliazione, al corpo.

Con questi strumenti sarà possibile inoltrare all’Agenzia delle Entrate e al destinatario, anche privato, il contenuto integrale delle fatture attive, secondo lo standard che sarà comunicato ufficialmente entro metà 2016.

Molto importante, sarà anche possibile inoltrare all’Agenzia delle Entrate tutti i dati richiesti per le fatture passive, accedendo così agli incentivi proposti (Gazzetta Ufficiale).

Tutto questo attraverso una fase di definizione iniziale del modello di fattura che si completa in pochi minuti, e non richiede una specifica abilità informatica.

La tecnologia SATA è completamente Made in Italy, a parte la pura componente OCR per le fatture in formato PDF immagine (in cui si utilizza la tecnologia leader di mercato ABBYY Fine Reader Engine), fruibile preferibilmente in modalità cloud ma anche on-premise.

SATA lavora normalmente in collaborazione con partner e intermediari ma è molto interessata anche a progetti su singole aziende che devono trattare almeno qualche migliaio di documenti all’anno, tra attivo e passivo.