È iniziato, con SATA protagonista, il progetto RIGERS del programma “Smart Cities and Communities” gestito dal MIUR

By 01/01/2014Progetti

Il progetto RIGERS “Rigenerazione della Città: Edifici e Reti Intelligenti” si è classificato al primo posto nel bando del MIUR per quanto riguarda la tematica “Architetture Sostenibili e Materiali”, ottenendo un finanziamento complessivo di oltre 6,8 milioni di Euro di cui circa metà di contributo a fondo perduto e l’altra metà di credito agevolato.

Il progetto si occupa di quattro tematiche fondamentali, vale a dire monitoraggio dei consumi, diagnosi energetica e ambientale, materiali e componenti innovativi, e programmazione degli interventi. Ciascuna di queste attività utilizza dati e genera dati che meritano di essere archiviati in una piattaforma informatica normalizzata.

Il ruolo di SATA è quindi di cerniera: deve progettare e prototipare la piattaforma informatica assicurando il massimo grado di interoperabilità rispetto, da un lato, alle fonti dei dati e, dall’altro, alle applicazioni che li utilizzano. Per questo nel progetto RIGERS si parla esplicitamente di piattaforma informatica normalizzata e interoperabile.

Nello svolgimento di questo ruolo SATA utilizza le proprie competenze in materia di trasformazione automatica dal formato d’origine a quello normalizzato, e da questo al formato di utilizzazione. Le funzionalità della piattaforma e i dati ivi contenuti saranno sottoposti a un’ampia campagna di test sul campo da parte di numerosi Comuni.